Centrodestra e movimenti civici: "Emodinamica, ennesima boutade della Asl" - La polemica
 
Vasto   Politica 14/12/2018

Centrodestra e movimenti civici: "Emodinamica, ennesima boutade della Asl"

La polemica

Vasto: i sei consiglieri comunali dell'intergruppo centrodestra-movimenti civici"L'ennesima boutade in materia di emodinamica". I consiglieri comunali dell'intergruppo centrodestra-movimenti civici non credono a quanto annunciato ieri dal manager della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Pasquale Flacco. In un comunicato diramato ieri, il direttore generale ha reso nota l'approvazione dei progetti esecutivi riguardanti i lavori di adeguamento dei locali che, nell'ospedale di Vasto, verranno destinati alla futura sala emodinamica e alla Tac multistrato. 

Scrivono in un comunicato congiunto Vincenzo Suriani, Davide D'Alessandro, Alessandro d'Elisa, Guido Giangiacomo, Edmondo Laudazi e Francesco Prospero: "Conosciamo le barzellette del Pd in termini di sanità, vediamo da anni il nostro nosocomio San Pio degradare e decadere, ricordiamo le promesse mai mantenute, di Paolucci e Menna, sugli otto decimi dell’emodinamica.

A questi signori non prestiamo alcuna attenzione: denunciamo da anni le loro malefatte, lo svuotamento di reparti, il decadimento del San Pio, nonostante continuiamo ad augurarci che riescano a inaugurare l'emodinamica magari anche il giorno prima delle regionali. Ne saremmo felicissimi, come quando si asfaltano le strade per l'arrivo del Giro d'Italia.

Costantemente a questi signori ci opponiamo: se qualcosa si è fatto in materia di ospedale, in questi due anni e mezzo, si deve alla nostra opposizione in Consiglio. Crediamo che, nel momento in cui questa sciagurata gestione del Pd volge al termine, il personale medico ospedaliero, i dottori, gli infermieri, debbano sapere che noi ci siamo, senza bisogno di improbabili ventriloqui, fuori di ogni ipocrisia e strumentalizzazione elettorale. Noi - affermano i sei consiglieri di muinoranza - siamo disponibili a fare da tramite alle loro istanze, così come a quelle di tutti i cittadini vastesi", verso quella che ritengono sarà, dopo le elezioni, "la nuova Regione di centrodestra, della quale ci impegneremo a scrivere il programma anche in termini di sanità e di ospedale di Vasto".

Suriani, D'Alessandro, d'Elisa, Giangiacomo, Laudazi e Prospero sostengono, infine, si essere "i primi e finora unici a lottare contro le discariche che qualcuno vuole fare a Cupello e in zona. I cittadini di Vasto lo sanno, perché costantemente, e anche qui fuori di ogni ipocrisia, cerchiamo di non scherzare sulla salute pubblica".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi