Due aranci messi a dimora alla scuola Madonna dell’Asilo per la festa dell’Albero - Da dieci anni nell’istituto vastese l’iniziativa di Legambiente
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 21/11/2018

Due aranci messi a dimora alla scuola Madonna dell’Asilo per la festa dell’Albero

Da dieci anni nell’istituto vastese l’iniziativa di Legambiente

Per il decimo anno si è svolta alla scuola cattolica paritaria Madonna dell'Asilo la Festa dell'Albero, iniziativa promossa da Legambiente. Questa mattina, nello spazio verde dell'istituto, i bambini hanno messo a dimora due alberi, un arancio rosso e un mandarancio. La giornata, a cui hanno partecipato gli assessori Paola Cianci e Anna Bosco, la presidente di Legambiente Vasto, Fausta Nucciarone, e gli insegnanti coordinati da Anna Florio, è stata accompagnata da poesie e canti dei bambini. 

"Sono esattamente 10 anni - spiegano i promotori dell'iniziativa - che Legambiente e la scuola Madonna dell'Asilo festeggiano l'albero per sottolineare l’importanza del verde nel contrastare le emissioni di CO2, l’inquinamento dell’aria, prevenire il rischio idrogeologico e la perdita di biodiversità". Quest'anno Legambiente ha dedicato la festa "all'accoglienza e alla solidarietà affinchè come gli alberi, questi valori possano mettere radici forti e profonde nel nostro Paese e fermare le ondate di razzismo e intolleranza che stanno attraversando in modo preoccupante i nostri territori".

L'assessore all'ambiente e all'istruzione hanno ringraziato l'associazione e gli insegnanti per "l'importante lavoro che svolgono con i bambini nel sensibilizzarli alla tutela del proprio territorio, alla partecipazione e al rispetto per le diversità culturali soprattutto in questo momento storico. L'amministrazione è vicina alla scuola e sollecita a renderla partecipe in queste manifestazioni".

La campagna "rientra anche all'interno di un progetto di educazione ambientale Mare nostrum, incentrato sull'impatto che i rifiuti hanno sulla perdita di biodiversità, in particolare quella marina, così come appreso anche dalla visita guidata presso il centro recupero Tartarughe Marine 'L. Cagnolaro' di Pescara - concludono i responsabili dell'istituto -. Il progetto si concluderà a maggio con un intervento di cittadinanza attiva che vedrà i bambini protagonisti presso la riserva marina di Vasto".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi