Marciapiedi fatiscenti a Vasto: 60enne cade in via Santa Lucia e si frattura il gomito - La donna è finita in una delle crepe presenti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 14/11/2018

Marciapiedi fatiscenti a Vasto: 60enne cade in via Santa Lucia e si frattura il gomito

La donna è finita in una delle crepe presenti

La crepa che ha causato la cadutaVoleva far rivedere il golfo alla sorella che vive a Firenze, ma a causa delle crepe presenti sul marciapiede ha rimediato la frattura a un gomito. È successo ieri mattina a una 60enne di Vasto che stava passeggiando in via Santa Lucia: a causa delle condizioni pietose del marciapiede è caduta a terra.

"Mia sorella vive a Firenze – racconta la donna, P.E. – camminavamo sul marciapiede che ha delle grosse fessure. Per questo le ho detto di stare attenta, mentre glielo dicevo, invece, sono caduta io. Il mio piede è finito proprio in una delle crepe presenti dove quella principale ne incrocia un'altra. Nella caduta mi sono fatta male alla mano e al gomito per il quale è stato poi necessario applicare il gesso a causa di una frattura. Sto valutando la denuncia nei confronti del Comune, non per i soldi, ma perché mi sembra un dovere civico. È indecoroso avere la città in tali condizioni. Ho voluto raccontare quanto mi è accaduto perché siamo tutti d'accordo sul fatto che diverse cose non vadano bene, ma invece di dircelo solo tra di noi mi sembra giusto gridarlo a voce alta sperando che possa servire a qualcun altro a prestare attenzione".

Da anni il marciapiede di via Santa Lucia presenta profonde crepe che corrono parallelamente alla strada a causa del dissesto e, purtroppo, non è l'unico (basti pensare a quello di via Giulio Cesare, LEGGI): per ora, però, non si vedono interventi risolutori.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi