Vasto, conducente d’autobus picchiato da due stranieri a Punta Penna - Interviene la polizia. Autista e un passeggero in pronto soccorso
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 23/10/2018

Vasto, conducente d’autobus picchiato da due stranieri a Punta Penna

Interviene la polizia. Autista e un passeggero in pronto soccorso

La stazione Porto di VastoPicchiato da due passeggeri appena saliti sul pullman. Un conducente degli autobus urbani è stato aggredito stamani a Vasto ed è finito al pronto soccorso. Lo conferma il commissario capo Fabio Capaldo, dirigente del locale Commissariato.

E' accaduto pochi minuti dopo le 7,30 a Punta Penna, durante la prima corsa giornaliera della linea 5, partita da piazza Verdi alle 6,50. Alla fermata delle 7,35 davanti alla stazione Porto di Vasto, l'uomo alla guida ha aperto le porte per far entrare i viaggiatori in attesa.

Per cause che la polizia sta ricostruendo ("probabilmente erano saliti sull'autobus senza biglietti", dice Capaldo), l'autista cinquantenne, G.D.S., è stato assalito da due giovani sulla trentina. Un passeggero ha cercato di fare da paciere ed è rimasto contuso anche lui. 

A seguito della chiamata al 113, sul posto è intervenuta una volante. Gli agenti hanno portato i due uomini, un nigeriano e un gambiano, nel Commissariato di via Bachelet, dove stanno procedendo con le indagini per ricostruire l'accaduto e le cause. "Entrambi sono regolarmente residenti in Italia", spiega il commissario.

La vittima dell'aggressione e il passeggero, un cinquantenne pescarese, si trovano al pronto soccorso dell'ospedale San Pio da Pietrelcina, rispettivamente con un trauma cranio facciale e una contusione a un arto. Le loro condizioni non sono gravi e dovrebbero essere dimessi in giornata. Le prognosi saranno inferiori ai 20 giorni, quindi gli inquirenti potranno procedere alle indagini e ai conseguenti provvedimenti solo su querela di parte.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi