Domani il sopralluogo della Provincia sulla ex SS 86; minibus per trasportare gli studenti - Istituito il tavolo permanente dei sindaci
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Domani il sopralluogo della Provincia sulla ex SS 86; minibus per trasportare gli studenti

Istituito il tavolo permanente dei sindaci

Una frana sulla ex SS 86Sopralluoghi per rendersi conto della portata delle frane e autobus più piccoli per accorciare i tempi di percorrenza per gli studenti verso Agnone. Sono queste le due novità principali degli ultimi giorni sul caos viario nell'Alto Vastese dopo la chiusura del viadotto Sente [LEGGI].

Domattina, lunedì 24 settembre, i tecnici della Provincia di Chieti raggiungeranno il tratto abruzzese dell'ex Statale 86 per i necessari rilievi sui tratti in frana. L'intento è di far transitare su quest'arteria dimenticata per anni anche due minibus (della società di autotrasporti Cerella) per trasportare i 38 studenti che da Castiglione raggiungono Agnone dove frequentano gli istituti superiori.

Intanto, nell'incontro tenutosi nella cittadina molisana il 19 settembre scorso, è stato istituito un tavolo tecnico permanente composto dai Comuni di Castiglione Messer Marino, Belmonte del Sannio, Schiavi d'Abruzzo e Agnone come capofila. Quest'unione, oltre a rappresentare anche gli altri centri abitati della zona, chiederà nel prossima conferenza Stato-Regioni il passaggio immediato all'Anas del viadotto. Infine, si cercherà di far approdare l'argomento in parlamento con un'interrogazione.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi