Violenza sessuale di gruppo e pornografia a Vasto: arrestati altri quattro giovani - Le indagini sul caso del giugno scorso
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 09/08/2018

Violenza sessuale di gruppo e pornografia a Vasto: arrestati altri quattro giovani

Le indagini sul caso del giugno scorso

Chieti, la conferenza stampa dei carabinieri: a sinistra il maggiore Amedeo ConsalesAltri quattro ragazzi arrestati per violenza sessuale di gruppo e pornografia. Le indagini sulle violenze subite per due anni da una giovanissima di Vasto, portate alla luce dai carabinieri nel mese di giugno [LEGGI], hanno convinto il gip del tribunale per i minorenni de L'Aquila a emettere le relative misure cautelari.

I dettagli dell'operazione verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa convocata per le ore 11 di oggi, 9 agosto, nel Comando provinciale carabinieri di Chieti.

I DETTAGLI DELL'OPERAZIONE DEI CARABINIERI [LEGGI]

Il caso ebbe una risonanza in tutta Italia, con le principali testate giornalistiche che rilanciarono la notizia: una 16enne per due anni, secondo le indagini portate avanti dai carabinieri coordinati dal maggiore Amedeo Consales, fu costretta sotto ricatto a prestazioni sessuali a richiesta (tanto che tra i reati contestati c'è anche la riduzione in schiavitù). Nel mese di giugno in due finirono agli arresti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi