A San Salvo Marina sequestrati cinque carretti carichi di merce abusiva - Azione congiunta di polizia locale, carabinieri e guardia di finanza
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Cronaca 02/08/2018

A San Salvo Marina sequestrati cinque carretti carichi di merce abusiva

Azione congiunta di polizia locale, carabinieri e guardia di finanza

Prosegue l'azione di contrasto ai venditori abusivi sul lungomare. Questa mattina, a San Salvo marina, nell'intervento congiunto di polizia locale, agli ordini del comandante Vincenzo Marchioli, guardia di finanza e carabinieri, sono stati sequestrati cinque carretti carichi di gonfiabili, giochi da mare, capi di abbigliamento e costumi da bagno

Nei giorni scorsi il Prefetto di Chieti, Antonio Corona, aveva invitato amministrazioni comunali e forze dell'ordine ad impegnarsi massicciamente nella lotta alla contraffazione all'abusivismo commerciale. 

"Una località turistica così importante come San Salvo – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – non cede nemmeno di un passo nel perseguire chi pratica il commercio abusivo che penalizza i commercianti che svolgono attività regolari e pagano le tasse oltre a minare la salute dei cittadini con prodotti non sicuri dei quali non se ne conosce la produzione né la provenienza".

"Gli articoli sequestrati sono tutti prodotti senza il marchio CE - sottolinea l'assessore Fabio Raspa -. Voglio anche ricordare che sono previste sanzioni da 100 a 7.000 euro per gli acquirenti", ricorando come l'attività di controllo "proseguirà per tutta l’estate". 

I due amministratori aggiungono: "Abbiamo il dovere di far rispettare la legge in questa città. Non ce l’abbiamo con gli abusivi, ma non possiamo consentire il loro utilizzo da parte di chi trae profitto dall’illegalità e dalla mancanza di rispetto di questi uomini e donne che sono solo sfruttati. Questo non è consentito a nessuno; per questo si dovranno perseguire i veri sfruttatori di questa tratta umana che si alimenta e cresce con il commercio abusivo".    

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi