"Sulla pista ciclabile si passeggia e sul lungomare si va in bici. Pericoli per i pedoni" - La segnalazione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   L'angolo dei lettori 03/07/2018

"Sulla pista ciclabile si passeggia e sul lungomare si va in bici. Pericoli per i pedoni"

La segnalazione

Vasto Marina"A Vasto Marina, su lungomare Cordella e lungomare Duca degli Abruzzi, è un avvicendarsi di bici che sfrecciano. Hanno fatto la pista ciclabile e lì vanno a passeggiare, qui invece, dove si dovrebbe passeggiare, si emulano Giri d'Italia. E' comprensibile la presenza di tricicli e bici dei piccoli, ma i grandi potrebbero servirsi sicuramente di altri posti per sfogarsi. Prima o poi succede qualcosa di grave".

E' la segnalazione che giriamo alle autorità competenti. Non è l'unica di questo tipo che abbiamo ricevuto nelle ultime settimane.

Esiste, infatti, ormai da lungo tempo una promiscuità di transito di pedoni e bici sia sul lungomare che sulla pista ciclabile di Vasto Marina. Quest'ultima sconta il fatto di essere stata realizzata solo per le bici, senza prevedere un contiguo tracciato destinato ai pedoni. Una scelta su cui, quando fu presentato il progetto, circa un decennio fa, influirono le proteste di un comitato che si opponeva alla costruzione della pista ciclabile. Ora, a distanza di otto anni dall'inaugurazione del giugno 2010, l'amministrazione comunale pensa ad allargare il sentiero, aggiungendo una striscia riservata agli amanti delle passeggiate.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi