Scontro sindacati-azienda: scatta lo sciopero alla Granito Forte di Fresagrandinaria - "Mancato coinvolgimento sulle fermate della fabbrica"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Scontro sindacati-azienda: scatta lo sciopero alla Granito Forte di Fresagrandinaria

"Mancato coinvolgimento sulle fermate della fabbrica"

Due ore di sciopero alla fine di ogni turno alla Granito Forte di Fresagrandinaria. Lavoratori a braccia conserte nella giornata di oggi dopo la spaccatura verificatasi durante le assemblee di fabbrica del 7 giugno scorso. 

Alla base della decisione – come dichiarano le tre principali sigle unite, Cgil, Cisl e Uil – c'è il mancato coinvolgimento dei sindacati e dei lavoratori da parte dell'azienda nel decidere le fermate estive dello stabilimento che occupa circa 150 persone. Questo si fermerà nel corrente mese di giugno e per tre settimane ad agosto. L'argomento sarebbe infatti stato presentato come una mera comunicazione durante l'incontro per decidere se riaprire il dialogo sul premio di risultato.

"Questo atteggiamento – affermano i sindacati – dimostra la scarsa attenzione e lo scarso coinvolgimento che i responsabili aziendali hanno verso la Rsu e quindi verso le lavoratrici e i lavoratori perché i temi comunicati dall'azienda sono inerenti il ruolo dei rappresentanti dei lavoratori e quindi andrebbero discussi in primis con loro".

Dopo lo scontro del 7 giugno, quindi sono state proclamate le due ore di sciopero e l'assemblea è stata riconvocata per domani 15 giugno.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi