Più acqua per il Vastese: diga di Chiauci, altri 5 milioni di litri - Il Ministero delle Infrastrutture autorizza l’innalzamento di 4 metri
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 14/06/2018

Più acqua per il Vastese: diga di Chiauci, altri 5 milioni di litri

Il Ministero delle Infrastrutture autorizza l’innalzamento di 4 metri

L'invaso di Ponte ChiauciPiù acqua per il Vastese e il Basso Molise per far fronte alla siccità nella prima metà dell'estate.

La diga di Ponte Chiauci "disporrà, fino al 31 luglio prossimo di circa 5 milioni di metri cubi d'acqua, come ulteriore quantitativo per le maggiori esigenze agricole, civili e industriali, connesse al periodo estivo, nella fascia costiera abruzzese e molisana".

Il commissario del Consorzio di bonifica sud di Vasto, Franco Amicone, rende noto "il provvedimento adottato dal servizio dighe del ministero delle infrastrutture, con il quale è stato autorizzato il consorzio al raggiungimento della quota 741 metri sopra il livello del mare dell'invaso sperimentale di ponte Chiauci".

Nell'estate 2017, la carenza idrica divenne emergenza. Ad agosto l'invaso era vuoto: un rigagnolo d'acqua attorniato da pietre. Ora si cerca di prevenire.

Un'autorizzazione che riguarda, dunque, "l'innalzamento remporaneo di 4 metri della quota d'invaso attualmente assentita, per un periodo di 2 mesi", si legge nel documento dell'Ufficio tecnico per le dighe di Napoli, dipendente dal Ministero delle Infrastrutture, che autorizza quindi "il raggiungimento temporaneo della quota d'esercizio sperimentale a 741 metri sopra il livello del mare fino a tutto il 30 luglio 2018".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi