L’estate è in arrivo, ma la diga di Chiauci è incompleta, Magnacca: "Siamo preoccupati" - Il sindaco sansalvese ha scritto una lettere ad Amicone
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Politica 23/04/2018

L’estate è in arrivo, ma la diga di Chiauci è incompleta, Magnacca: "Siamo preoccupati"

Il sindaco sansalvese ha scritto una lettere ad Amicone

La diga nel settembre 2017"Ad aprile 2018 la diga di Chiauci sarà a pieno regime", l'aveva annunciato l'allora vicesindaco vastese Paola Cianci [LEGGI] il 21 settembre 2017 dopo un'estate – l'ennesima – caratterizzata dall'emergenza idrica e in cui l'invaso molisano era desolatamente vuoto [LEGGI].

Ora su quell'annuncio – e i successivi simili [LEGGI] – pone un grosso interrogativo il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, con una lettera inviata al commissario del Consorzio di Bonifica Sud, Franco Amicone.

“È inutile girarci intorno – scrive – e aspettare che si arrivi alla vigilia di Ferragosto per dichiarare a residenti e turisti lo stato di emergenza perché non c’è l’acqua. La situazione della diga di Chiauci non ci fa stare tranquilli: allo stato attuale ritengo che non sarà in grado di garantire l’approvvigionamento idrico per la prossima estate”. 

Il sindaco constata che, al di là dei proclami a livello regionale, i lavori di completamento all’invaso di Chiauci siano ancora fermi al palo. “Sono preoccupata, e non poco, considerando come in questi ultimi anni si siano registrate temperature alte e scarse precipitazioni che, assieme al considerevole aumento dei consumi idrici, hanno contribuito a creare disagi alla popolazione e alle aziende che operano nella zona industriale”.

Nella lettera inviata ad Amicone “ho ribadito come la diga di Chiauci garantisca l’approvvigionamento idrico di San Salvo Marina e di Piana Sant’Angelo, sia a uso potabile che industriale, ed ho chiesto, in particolare, di conoscere la situazione esistente della diga di Chiauci e gli interventi previsti, le prospettive future e se esistono effettive condizioni di rischio per la prossima stagione estiva, sia per le popolazioni e sia per le attività”. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi