Ennesima falla nell’acquedotto: riduzione del flusso in 12 comuni - Si è rotta la condotta principale in località Sant’Antonio Abate
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 15/03/2018

Ennesima falla nell’acquedotto: riduzione del flusso in 12 comuni

Si è rotta la condotta principale in località Sant’Antonio Abate

L'ennesima falla si apre nell'acquedotto che rifornisce il Vastese e la Val di Sangro. Dopo l'ingente perdita riparata nei giorni scorsi ad Atessa, con le conseguenti due chiusure per 18 comuni del Sangro e del Vastese, e un'ulteriore intervento, durato due giorni, all'incrocio tra la statale 16 e via Puccini a Vasto Marina, scatta un'altra emergenza.

Come la scorsa settimana, anche stavolta è la condotta principale a cedere: il guasto lungo il tratto in arrivo al partitore di Sant'Antonio Abate è la causa di "una riduzione della normale fornitura idrica nella giornata odierna, 15 marzo 2018", si legge in un avviso della Sasi, la società che gestisce il servizio idrico integrato (acqua potabile, fogne e depurazione) in 92 dei 104 comuni della provincia di Chieti.

Flusso ridotto a Vasto. Meno acqua potrebbe sgorgare anche dai rubinetti di Altino (capoluogo e contrada Selva), Archi (capoluogo e contrade S. Amico, Caduna e Zainello), Atessa (centro abitato e contrada San Marco), Perano (contrade Crocetta e San Pastore), Casoli (Colle Marco), Cupello, Furci, Gissi, Monteodorisio, San Buono e San Salvo

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi