Ancora un’auto con un vetro spaccato: "Ci stanno rubando la tranquillità" - Ennesimo episodio avvenuto questa mattina in via Silvio Pellico
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 05/03/2018

Ancora un’auto con un vetro spaccato: "Ci stanno rubando la tranquillità"

Ennesimo episodio avvenuto questa mattina in via Silvio Pellico

È una situazione che troppo spesso, quasi quotidianamente, si sta verificando in città. Si lascia l'auto parcheggiata, ci si allontana anche per brevi periodi e, al ritorno, la si trova con un finestrino sfondato. Nelle mire di malviventi o vandali, che dir si voglia, ci sono buste della spesa, borse, negli ultmi casi anche un pacco di sale o uno zaino vuoto, lasciati dai proprietari della vettura all'interno dell'abitacolo.

L'ultimo caso in ordine di tempo è di questa mattina, avvenuto nella centrale via Silvio Pellico, traversa di viale D'Annunzio. "Sono uscita dal lavoro - racconta E.R. - per tornare alla macchina che avevo parcheggiato lungo la salita. Ecco quale sorpresa ho ritrovato, forse sono stata anche fortunata perchè nel portabagagli, come si può vedere nella foto, c'era ancora la scatola che avevano intenzione di rubare.

All'interno c'era un mobiletto acquistato al supermercato del valore di 19.90 euro". Una cifra sicuramente inferiore a quella che ora la donna dovrà spendere per riparare la vettura sostituendo il vetro infranto. Probabilmente, dopo la spaccata, la presenza di qualche passante ha fatto desistere il malvivente che era entrato in azione.

"Facciamo girare la notizia - scrive la lettrice -in modo che meno persone continuino a lasciare delle cose pure se insignificanti nelle proprie macchine. E speriamo che vengano individuati questi vandali che ci stanno rovinando (rubando) la tranquillità". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi