CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Eventi 14/02/2018

Flash mob degli studenti in piazza per dire "No alla violenza di genere"

Anche a Vasto l’appuntamento con One Billion Rising

Il flash mob in piazza DiomedeScarpe rosse davanti ai negozio del centro storico e flash mob degli studenti in piazza Diomede. Così Vasto ha partecipato all'appuntamento annuale di One Billion Rising, campagna per dire "no alla violenza di genere". Un'iniziativa promossa dal Centro Donnattiva con l'assessorato alle politiche sociali del Comune di Vasto e che ha coinvolti gli studenti di tutte le scuole superiori della città.

Nel centro storico i ragazzi e i loro docenti hanno interpretato la danza ormai divenuta famosa nell'ambito della campagna mondiale contro ogni forma di violenza. Al termine del flash mob Licia Zulli, responsabile del Centro Donnattiva, Lina Marchesani, assessore del Comune di Vasto, e Maria De Liberato, insegnante di danza, hanno ricordato l'importanza di un appuntamento come quello del 14 febbraio per esprimere, attraverso la danza, un forte "No ala violenza"..

"La violenza contro le donne ha proporzioni allarmanti - hanno spiegato i promotori dell'iniziativa- e richiede un impegno continuo di enti, associazioni e persone capaci di farsi promotori/trici di atti ed iniziative per affermare una cultura di rispetto dei diritti e della persona e di diffusione di principi, idee e valori che accompagnino concretamente il NO alla violenza".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi