"Con Alice Caioli siamo primi in classifica. E nel backstage ho incontrato Sting" - #zonasanremo - Fabio Falcone racconta il Festival
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Musica 08/02/2018

"Con Alice Caioli siamo primi in classifica. E nel backstage ho incontrato Sting"

#zonasanremo - Fabio Falcone racconta il Festival

Sanremo, serata del mercoledì.
Alice Caioli, una delle due nuove proposte per le quali ho curato tutta la parte legale, discografica ed editoriale è prima tra i giovani. Sono molto contento perché si è trattato di un progetto molto complicato che mi ha tenuto impegnato per davvero molto tempo. [GUARDA IL VIDEO]

Il produttore del brano di Sanremo, Paolo Muscolino, la casa discografica e coeditore Round 35 e il coeditore BZ Records sono conoscenze e collaboratori di vecchia data. Il manager Rusty Records e il promoter l'Altoparlante sono amici. Un team complesso da gestire. Ho dovuto fare gli straordinari nell'ultimo mese ma stasera siamo primi in classifica e le fatiche pesano un po' di meno.

Poi il Festival per me è stato Sting, mio mito assoluto, esempio di arte e stile.
Sono riuscito a rubare qualche scatto mentre passava nel corridoio del backstage.
Abbiamo fatto pugno contro pugno, credo che lo ricorderò a lungo.

A festival finito, tutti all'Hotel Londra per il concerto delle Vibrazioni.

Ma l'impegno più intenso della giornata è stato il minitour promozionale con La Differenza. Decine di interviste, senza sosta, una dopo l'altra.

Sono le 4:20 mi addormento, ho la sveglia alle 8:30 e alle 10:00 ho il primo appuntamento della giornata con mamma Sony.

Sanremo è anche questo, un tritacarne.

Love.
Fabio

Guarda le foto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi