CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 22/01/2018

Multe del 1992 lievitano fino a 7mila euro, il giudice le annulla

Prescrizione e nullità della notifica: imprenditore 40enne non dovrà pagare

(foto di repertorio)Ricevere un'intimazione a pagare un debito di 7mila euro per delle multe non pagate tanti anni fa e non sapere di essere stato multato.

Ha dovuto fare ricorso al giudice di pace un imprenditore quarantenne di Vasto per evitare di dover sborsare una cifra ben più alta dell'importo originario delle contravvenzioni per infrazioni al codice della strada: "In 26 anni, infatti, interessi e sanzioni avevano fatto lievitare le multe all'insaputa del nostro assistito, che ha vissuto all'estero per molto tempo e, non appena ha decito di ritrasferirsi a Vasto, si è visto recapitare questa intimazione di pagamento relativa a infrazioni che non le gli erano mai state notificate", affermano gli avvocati del quarantenne, Francesco Britritto e Alessio Caserio, che hanno presentato ricorso al giudice di pace, , ottenendouna sentenza che, per alcune infrazioni contestate, accerta l'avvenuta prescrizione quinquennale, per altre la nullità della notifica.

"La giudice di pace - commentano i due legali - ha accolto totalmente le nostre doglianze. Si trattava di un debito di oltre 7mila euro, di cui la metà riguardava sanzioni e interessi, già ampiamente prescritto e maldestramente notificato. Una vicenda che andava avanti dal 1992. La Soget è stata giustamente condannata al pagamento delle spese di lite". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi