CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 09/01/2018

Ladri in azione nel centro storico: derubato il panificio Stanisci chiuso per ferie

In corso la conta dei danni, indagano i carabinieri

Continua l'ondata di furti che a corrente alternata sta colpendo marina e centro storico. Dopo il quarto furto in una settimana e mezza alla Trattoria Toscana, durante la notte, ignoti hanno colpito il panificio Stanisci di via Santa Maria.

Come accaduto negli altri recenti episodi del "Quattro di spade" e "Alternativa al grano", i titolari hanno trovato le vetrine infrante. Chi ha agito ha gettato a terra e spaccato il registratore di cassa per aprirne il cassetto.

È ancora da stabilire l'ammontare del danno. L'esercizio commerciale, infatti, in questi giorni era chiuso per ferie – così come recita un avviso sulla porta – e la riapertura era in programma per domani. Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Vasto, intervenuti sul posto per avviare l'inchiesta sull'ennesimo colpo messo a segno, nel giro di pochi giorni, ai danni di attività commerciali. Gli investigatori esamineranno le immagini delle telecamere installate nel centro storico nel tentativo di identificare i responsabili. 

Quattro giorni fa nel mirino dei ladri erano finiti altri due esercizi commerciali del centro, Quattro di Spade in via Naumachia e Alternativa al grano in viale D'Annunzio [LEGGI]. 

A Vasto Marina i malviventi, tra Natale e l'Epifania, hanno compiuto cinque raid: quattro nella Trattoria Toscana di viale Dalmazia e uno nel ristorante Le Vele di lungomare Duca degli Abruzzi. 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi