Chiedeva 81 euro per un posto di lavoro alla Fiat di Termoli: 41enne denunciato per truffa - Si tratta di un barese già noto alle forze dell’ordine
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Termoli   Cronaca 28/12/2017

Chiedeva 81 euro per un posto di lavoro alla Fiat di Termoli: 41enne denunciato per truffa

Si tratta di un barese già noto alle forze dell’ordine

I carabinieri di Termoli, al termine di un'indagine avviata dalle denunce presentate da alcuni giovani in cerca di lavoro, hanno deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria un uomo per truffa.

Si tratta di un 43enne – residente nella provincia di Bari e già noto alle forze dell’ordine – che con l’utilizzo fraudolento del brand “Fiat”, aveva pubblicato su un noto sito internet un’inserzione circa prossime assunzioni presso lo stabilimento di Termoli.

Per partecipare alle selezioni previste veniva richiesto il pagamento preliminare di 81 euro da versare su una carta “Postepay”. I truffati, per la maggior parte giovani, una volta presentatisi presso la relativa sede “Fiat”, scoprivano di essere stati truffati perché non c'era nessuna selezione in corso.

"I militari – spiega una nota della stazione carabinieri di Termoli – dopo aver raccolto la denuncia delle vittime del reato e tutti gli elementi utili alle indagini, avvalendosi anche della preziosa collaborazione della dirigenza Fiat, riuscivano a risalire all’identità dell’autore della truffa attraverso opportuni e delicati accertamenti tecnici. Si procedeva così all’immediato deferimento in stato di libertà del barese alla competente autorità giudiziaria".

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi