Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Attualità 27/12/2017

San Salvo Marina, la "battaglia dei decibel" si sposterà in Consiglio comunale

Il Comune rischia di perdere anche il secondo ricorso al Tar

Tiziana MagnaccaIl 2018 molto probabilmente vedrà l'approdo in consiglio comunale del tanto dibattuto tema degli orari della musica a San Salvo Marina. In attesa di conoscere l'esito del secondo ricorso al Tar da parte dei condomini del Villaggio Helios nei confronti dell'ordinanza n.15 del 2014 [LEGGI], la soluzione definitiva potrebbe arrivare dall'assise civica sansalvese.

L'ordinanza – che fissava lo stop alla musica all'aperto all'1.30 nel centro abitato e alle 2.30 (alle 3 dal 15 luglio al 15 agosto) nelle zone limitrofe – potrebbe avere la stessa sorte della precedente stoppata dal Tribunale amministrativo di Pescara. L'atto del sindaco, infatti, è stato ritenuto un vero e proprio regolamento che sarebbe invece dovuto passare all'esame del consiglio comunale.

Elencando le priorità del 2018, durante il recente incontro di fine anno con la stampa, il sindaco ha sottolineato l'intenzione "di continuare a puntare sugli eventi di richiamo alla marina". Interpellata sull'ultima ordinanza impugnata, il primo cittadino ha confermato la volontà di portare l'argomento in consiglio comunale aggiungendo "È una battaglia che non molliamo, non possiamo arrenderci ai capricci di pochi". 

Una volta stilato il regolamento, quindi, questo andrebbe votato dall'assise civica e in quella sede l'attuale maggioranza avrà i numeri per la soluzione definitiva dell'annosa questione.

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi