Accoltellamento a Natale, cognata denuncia il pugile ferito - Slitta a domani la convalida dell’arresto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 27/12/2017

Accoltellamento a Natale, cognata denuncia il pugile ferito

Slitta a domani la convalida dell’arresto

Il luogo dell'accoltellamentoSlitta a domani l'udienza di convalida dell'arresto di Francesco Orticelli, il pescatore 54enne finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio per aver accoltellato alla gola Domenico Urbano durante il pranzo di Natale nella villetta di via Vilignina, in località Montevecchio. 

Nel frattempo, il 41enne ferito - e ancora ricoverato all'ospedale San Pio da Pietrelcina Vasto - è stato querelato dalla cognata, assistita dall'avvocato Giovanni Cerella: "È stata picchiata al viso dal pugile. Ha riportato la frattura del setto nasale e un trauma cranico", dichiara Cerella. 

La donna afferma di aver chiesto aiuto al marito, che era rimasto a casa per curarsi dall'influenza. Non appena il 54enne è giunto sul posto, si sarebbe scatenata una colluttazione, poi degenerata nell'accoltellamento.

Stamattina la cognata ha denunciato Urbano recandosi, insieme al suo legale, nella caserma dei carabinieri di Vasto e allegando le foto del suo volto tumefatto per avvalorare la tesi della violenza iniziale. Appena possibile, gli inquirenti ascolteranno anche Urbano conoscere la sua versione dei fatti. 

Domani a mezzogiorno, nel carcere di Torre Sinello, si terrà l'udienza saltata oggi.

Il pescatore, che ha affermato di non voler uccidere, sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari, Fabrizio Pasquale. Cerella, come ha già dichiarato ieri, punterà sulla legittima difesa.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi