Finanzieri in Comune: indagini sull’appalto del servizio informatico - Il blitz è durato due giorni: acquisiti i documenti dell’affidamento diretto
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 22/12/2017

Finanzieri in Comune: indagini sull’appalto del servizio informatico

Il blitz è durato due giorni: acquisiti i documenti dell’affidamento diretto

Vasto: il municipioFinanzieri in municipio per indagare sul sistema informatico del Comune di Vasto

Per due giorni, militari in borghese si sono fatti consegnare dagli uffici di Palazzo di città tutta la documentazione relativa alla procedura di affidamento del servizio alla società Studio K srl e anche le pratiche edilizie riguardanti il cambio di destinazione di un locale da magazzino a scuola dell'infanzia

I militari e la Procura di via Bachelet vogliono chiarire alcuni aspetti del procedimento: a partire dalla suddivisione dell'appalto in due tranche, rispettivamente da 39mila 600 euro e da 80mila euro, ma anche i motivi per i quali l'amministrazione comunale di centrosinistra abbia deciso l'affidamento diretto alla Studio K srl, nonostante fosse ancora in vigore il contratto con la società che gestiva il medesimo servizio, la Dedagroup spa. 

Il Movimento 5 Stelle aveva presentato un esposto per chiedere alla Procura diretta da Giampiero Di Florio di aprire un'indagine. Nei mesi scorsi, la vicenda ha infiammato il clima politico dentro e fuori dal Consiglio comunale. Le opposizioni hanno accusato l'amministrazione di centrosinistra di gestione opaca del procedimento. Il sindaco, Francesco Menna, ha replicato rivendicando un risparmio di 100mila euro rispetto alla precedente gestione. 



di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi