Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 18/12/2017

Approvato il Piano Sociale per 9 milioni di euro nel triennio 2016/2017

La minoranza si oppone, Bendotti: "brutta pagina politica"

Gabriele D'Angelo, Enrico Di Giuseppantonio, Dora Bendotti, Mario Pupillo e Lorenzo GalatiAmmonta a 9 milioni e 500 mila euro circa il Piano Sociale dell’Ente d’Ambito 11 Frentano per il triennio 2016/2018 e che coinvolge 9 comuni del territorio e vede Lanciano come capofila.

“E’ stato un lavoro lungo e complesso che ha visto le diverse amministrazione  impegnarsi fianco a fianco - afferma l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Lanciano, Dora Bendotti - per mettere su un piano che potesse andare incontro alle esigenze di tutti i territori”.

Il piano sociale, approvato in consiglio comunale lo scorso mercoledì 13 dicembre, cerca quindi di mettere insieme i servizi tenendo delle specificità dei vari comuni, tenendo sempre a mente i livelli essenziali di assistenza per i più deboli ma senza dimenticare alcune importanti novità, soprattutto per Lanciano. “Tre sono le nuove iniziative di rilievo: - spiega la Bendotti - l’Alzheimer Cafè dedicato alle persone più anziane, il nuovo sportello anti violenza e l’accreditamento dei centri diurno per disabili dal prossimo febbraio”. 

Soddisfazione anche da parte dei sindaci di Castel Frentano, Gabriele D’Angelo e di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, per essere riusciti a trovare la quadra nonostante i tempi strettissimi e fondi regionali e statali non ancora chiari e concreti. Ed è proprio a causa dei tempi stretti che, in consiglio comunale, l’opposizione ha espresso il proprio voto contrario attirando su di sé delle critiche dell’assessore Bendotti. “Credo sia stata una brutta pagina politica - sottolinea - perché votare ad un piano sociale, significa dire no ai servizi per le fasce più deboli ed in questi casi, - conclude - sarebbe meglio assumere un atteggiamento di responsabilità, badando alla sostanza piuttosto che alla forma”.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi