Laudazi: "L’ospedale di Vasto non garantisce neanche una morte dignitosa" - La polemica
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 15/12/2017

Laudazi: "L’ospedale di Vasto non garantisce neanche una morte dignitosa"

La polemica

Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro)La Asl provinciale assicuri il "diritto dei cittadini malati e delle loro famiglie ad avere a disposizione le condizioni per una morte equa. Si pensi che nella giornata odierna, nell’obitorio dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto, vi erano cinque salme contemporanee – fatto questo ormai abitudinario per un nosocomio in cui vengono dirottati tutti i casi non più curabili nelle abitazioni dei quaranta comuni dell’entroterra vastese – allocate in condizioni di promiscuità, insufficienza di spazi, precarietà igienico-sanitarie, a ridosso di magazzini di sgombero". Lo chiede Edmondo Laudazi, leader della lista civica Il Nuovo Faro.

"Questa situazione, nota alla Direzione aziendale e alle amministrazioni che si occupano del funzionamento del San Pio, ci induce ad affermare – non notandosi alcun intervento migliorativo delle funzioni espletate – che si sta forzando, oltre ogni limite di decenza, su una situazione già insostenibile", polemizza il consigliere comunale d'opposizione, che annuncia "azioni di protesta clamorose invitando chi si deve muovere a risolvere questo problema immediatamente".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi