Caduta massi a Fresagrandinaria, Bracco : "Intervenga la Regione con una somma di denaro congrua" - Dalla parete di una ex cava si staccano macigni
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Fresagrandinaria   Politica 14/11/2017

Caduta massi a Fresagrandinaria, Bracco : "Intervenga la Regione con una somma di denaro congrua"

Dalla parete di una ex cava si staccano macigni

Il tratto della Sp 187 a rischio"La giunta regionale metta a disposizione una somma di denaro congrua per evitare una tragedia a causa della caduta massi sulla Sp 187". È questo in sintesi l'intervento del consigliere regionale Leandro Bracco (Sinistra Italiana) sul caso dell'ex cava in territorio di Fresagrandinaria la cui parete perde i pezzi mettendo a rischio gli automobilisti di passaggio.

Dopo l'articolo di ieri [LEGGI], Bracco rilancia le preoccupazioni dei cittadini che percorrono la Provinciale "Trignina" imbattendosi spesso in pietre e massi caduti dal pendio. Il rischio potrebbe aumentare con l'arrivo delle piogge che lavano via la terra che sta assicurando la già precaria tenuta di numerose rocce.

Alcuni massi caduti"Se entro pochissimi giorni questa problematica non dovesse essere risolta – dice Bracco –  con l'inoltrarsi dell'autunno e l'arrivo dell'inverno le probabilità che accada qualcosa di irreversibile aumenterebbero sempre più. Che non si attenda un avvenimento funesto prima di passare all'azione. La strada quotidianamente è percorsa anche da un autobus stracolmo di studenti i quali dall'entroterra si recano nei propri istituti scolastici che si trovano a San Salvo e Vasto. Mi rendo benissimo conto della circostanza secondo cui la questione sia di competenza della Provincia di Chieti. L'estrema gravità della questione stessa unita però al pericolo notevolissimo che sono costretti a vivere gli automobilisti che percorrono quell'arteria impone però all'esecutivo regionale di individuare nel più breve tempo possibile procedure amministrative ad hoc tramite le quali stanziare una congrua somma di denaro al fine di mettere in sicurezza la parete rocciosa dalla quale si staccano massi e rocce che precipitano sulla strada sottostante".

Rocce in equilibrio precario"Lungi da me la volontà di strumentalizzare e speculare su una vicenda assai delicata e che rischia, se non affrontata in tempi estremamente celeri, di mietere vittime – conclude il consigliere regionale – Rivolgo un appello al governo regionale affinché si attivi nel più breve tempo possibile per contribuire insieme alla Provincia di Chieti alla risoluzione della questione viaria che riguarda la frazione Guardiola di Fresagrandinaria".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi