"Sanità, Vasto presa in giro: chiude Geriatria e Urologia viene declassata" - Tagliente all’assessore regionale: "Paolucci, basta bugie"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 14/10/2017

"Sanità, Vasto presa in giro: chiude Geriatria e Urologia viene declassata"

Tagliente all’assessore regionale: "Paolucci, basta bugie"

Giuseppe Tagliente (UpV)"Con questa decisione, in pratica scompare il reparto di Geriatria e viene trasferito definitivamente a Chieti il primario di Urologia Schips". Giuseppe Tagliente, leader di Unione per Vasto, attacca l'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, e il direttore generale della Asl provinciale, Pasquale Flacco, per la "prossima pubblicazione di una delibera aziendale che assesta l'ennesimo colpo all'ospedale di Vasto",

"In barba a quanto l'assessore regionale dichiarava appena una settimana fa nel corso della visita elettorale a Vasto, organizzatagli dal suo sindaco-portaborse", polemizza Tagliente, "la direzione generale della Asl, in attuazione del piano aziendale, ha deciso la soppressione della Unità operativa complessa di Geriatria e la riconversione della Uoc di Urologia in Uos (unità operativa semplice) afferente alla Uoc di Urologia di Chieti. È esagerato a questo punto dire che Paolucci ha preso in giro i vastesi quando ha dichiarato urbi et orbi, durante la conferenza stampa di sabato scorso, queste testuali parole: 'Lavoreremo per garantire competenza clinica e competenze prestazionali al cittadino'? No, non è esagerato".

"Se Paolo di Tarso venne folgorato dalla verità sulla strada di Damasco, Paolucci sulla strada da Tollo a Vasto continua a dire menzogne", sostiene Tagliente. "Non ha il diritto di prenderci in giro, soprattutto in materia di salute pubblica. C'è un limite a tutto e questo limite è  stato abbondantemente superato".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi