"Il Comune autorizzi i matrimoni sul pontile e sulla spiaggia antistante La Bagnante" - Un anno fa la richiesta di "Vivere Vasto Marina", che ora torna alla carica
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 09/10/2017

"Il Comune autorizzi i matrimoni sul pontile e sulla spiaggia antistante La Bagnante"

Un anno fa la richiesta di "Vivere Vasto Marina", che ora torna alla carica

Vasto. Gli sposi belgi sulla spiaggia di San NicolaL'amministrazione comunale di Vasto autorizzi l'utilizzo di due aree di Vasto Marina come location dei matrimoni all'aperto: il pontile e la spiaggia antistante il Monumento alla Bagnante.

Vivere Vasto Marina, il consorzio che raggruppa i commercianti della riviera, torna alla carica dopo i festeggiamenti in riva al mare voluti da una coppia di sposi belgi, che hanno scelto la baia di San Nicola dopo aver visitato Vasto per la prima volta nel 2012.

Il documento - E' di quasi un anno fa la lettera che gli esercenti hanno inviato al sindaco, Francesco Menna, e all'assessore al Turismo, Carlo Della Penna. Un documento in cui "chiediamo - scrive il sodalizio presieduto da Massimo Di Lorenzo - al Comune di Vasto, nelle persone del sindaco e dell’assessore al Turismo, di attivarsi per avviare l’iter che istituisce il pontile  di Vasto Marina e la spiaggia antistante la statua della Bagnante, come luoghi adatti per celebrare matrimoni civili".

Vorremmo sottoporre alla vostra attenzione - si legge nella missiva, datata 4 novembre 2016  - un progetto, che ovviamente riteniamo valido ed a cui potremmo lavorare tutti assieme e, nello specifico, quello del turismo matrimoniale. L'Italia è la meta europea più ambita per organizzare matrimoni internazionali.

Il pontile di Vasto MarinaIl matrimonio internazionale, la scelta di sposarsi all’estero, è un business di rilevanti dimensioni. Negli ultimi anni in Italia si è registrata una crescita sostenuta del fenomeno del wedding tourism.

Recenti studi ci dicono che solo nel 2015 i matrimoni di coppie di straniere in località italiane hanno generato circa 334 mila arrivi e oltre 1,1 milioni di presenze, con un giro d’affari che ha superato i 380 milioni di euro, con la realizzazione di oltre 7.000 eventi. E sapete qual è il primo paese straniero a preferire l’Italia per i matrimoni? L’Inghilterra. Questo ci fa pensare che i voli Ryanair Pescara/Londra, che tutti abbiamo pregato non venissero soppressi, possono, se lo vogliamo, diventare un’opportunità di lavoro per il nostro territorio". Quindi la richiesta di autorizzare i matrimoni sul pontile e sul tratto di spiaggia prospiciente il Monumento alla Bagnante.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi