Vasto, piazza intitolata a don Renzo Vecchietti, il prete dei giovani - I lavori di riqualificazione eseguiti da un’impresa privata
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 08/10/2017

Vasto, piazza intitolata a don Renzo Vecchietti, il prete dei giovani

I lavori di riqualificazione eseguiti da un’impresa privata

I giovani presenti all'intitolazione della piazza (foto A. Marino)Da stamattina, è intolata a don Renzo Vecchietti la piazzetta da poco riqualificata dall'azienda Villa Lanza in via Santa Caterina da Siena, a Vasto. Un nome appropriato per un luogo che si trova vicino all'Istituto salesiano di Vasto. 

"Uno sportivo, un uomo che aveva la grande capacità di mettersi in gioco": così lo ha ricordato don Massimiliano Civinini, neo parroco della chiesa di San Giovanni Bosco. "Una passione grande per le missioni. Un uomo di compagnia, capace di stringere relazioni grandi e forti e ancora qui si sente la sua presenza con i suoi ex allievi. La passione per il teatro che don Vecchietti ha portato in auge con la compagnia Due Pini e infine il basket. Vogliamo ringraziare Don Vecchietti per quello che ha fatto. Gli chiediamo di pregare per noi, per Vasto e per i ragazzi del nostro oratorio”.

Nel ringraziare l'opera dei salesiani, da mezzo secolo impegnati nel sociale e nello sport, il sindaco, Francesco Menna, ha definito la parrocchia e l'oratorio "una famiglia che ha educato intere generazioni, che ha dato il senso etico, il senso morale, una direttrice stabile a tanti ragazzi. Ricordiamo Don Vecchietti, perché era una figura che entrava nel cuore dei giovani. Ricordo quando veniva alle scuole elementari con la sua filastrocca del soldino, quel soldino che doveva essere indirizzato alle missioni. La parola per Don Vecchietti era sicuramente la parola del Signore, ma era anche la vicinanza ai poveri".

Per rimettere a nuovo la piazza, "è stato necessario - ha sottolineato Menna - fare un lavoro costoso che questa azienda ha regalato alla città. Una zona meravigliosa a servizio anche del campo sportivo e dell’oratorio".

 “Tutta la mia famiglia  - ha raccontato Teodoro Spadaccini, presidente di Villa Lanza- è stata sempre nella comunità Salesiana. Ho cercato insieme agli altri soci di venire incontro a questa esigenza e rendere fruibile quest’area".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi