Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Attualità 02/10/2017

Ecolan, Fabrizio Di Stefano si rivolge all’ANAC

Il doppio incarico di Ranieri e le assunzioni sotto la lente dell’onorevole

Questa volta sono il doppio incarico di Massimo Ranieri, come presidente e direttore, e le modalità di reclutamento e regolarizzazione del personale in Ecolan spa, ad essere finite sotto la lente dell’onorevole Fabrizio Di Stefano che, dopo un periodo di silenzio, torna alla carica sulla società di gestione dei rifiuti.

“Ritengo di dover informare l’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) di quanto sta accadendo ad Ecolan. - afferma Di Stefano - E’ impensabile, oltre che contro la legge, che il presidente nomini se stesso anche come direttore della stessa società e vorrei che l’ANAC si pronunciasse anche sulle assunzioni: può la Ecolan stabilizzare il proprio personale in forza di un contratto per il tramite di un’agenzia interinale?”.

Sono questi, in sostanza, i due quesiti che l’onorevole di Forza Italia sottoporrà all’Autorità Anticorruzione per capire se “tutto avviene secondo la legge”. E qualora l’ANAC dovesse dargli ragione? “Ranieri dovrebbe lasciare uno dei suoi incarichi oppure entrambi proprio come accaduto al Rettore dell’università di Teramo ed ex presidente Tua Luciano D’Amico. - commenta Di Stefano - Sulle assunzioni? Aspetto la pronuncia dell’ANAC, ma ho seri dubbi sulla regolarità di diversi procedimenti”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi