Il "Mattioli" di San Salvo perde l’automonia: Costantini reggente - Numero non raggiunto per poche unità, "Lavoreremo per riottenerla"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Attualità 31/08/2017

Il "Mattioli" di San Salvo perde
l’automonia: Costantini reggente

Numero non raggiunto per poche unità, "Lavoreremo per riottenerla"

Annarosa CostantiniL'istituto "Raffale Mattioli" di San Salvo per l'anno scolastico 2017/2018 non avrà l'autonomia. Il numero di iscrizioni non ha raggiunto il numero minimo di 600 unità; poche quelle mancanti, circa 15. La scuola che ospita l'Ipsia, l'Istituto Tecnico Economico e il Liceo Scientifico sarà retto per quest'anno scolastico dalla neo dirigente della "Salvo D'Acquisto", Annarosa Costantini (già docente nella stessa scuola).

Che il numero di alunni per l'anno scolastico che comincerà l'11 settembre non fosse sufficiente era nell'aria da tempo e una prima conferma si è avuta a metà luglio con le nomine dell'Ufficio Scolastico Regionale, quando la casella relativa al "Mattioli" restò vuota. 
Presente in Comune per la presentazione del diario scolastico unico [LEGGI], la reggente Costantini, interpellata sull'argomento, non ha escluso l'istituzione di nuovi corsi per ritrovare l'autonomia perduta: "Una città come San Salvo merita di avere un istituto superiore autonomo. Lavoremo sull'offerta formativa, sulle eccellenze, sull'inclusione e non solo. Una cosa è certa, dovremo lavorare tutti". 

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi