CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 31/08/2017

Crisi idrica: ancora 5 giorni per
scongiurare l’emergenza

Il fiume Trigno fa la sua parte

Il fiume Trigno in territorio di Tufillo"Situazione stazionaria": è questo il responso del vertice in prefettura di stamattina con i sindaci di Vasto e San Salvo e gli enti interessati (Arap, Consorzio di Bonifica Sud, Sasi, protezione civile). 
Nonostante la pioggia tardi ancora ad arrivare, la crisi idrica nel Vastese sembra generare meno allarmismo rispetto a quanto avvertito nei giorni scorsi. Pur essendo terminata l'acqua dalla scorsa domenica nella diga di Chiauci [LEGGI], il fiume Trigno sta continuando a fare la sua parte. Grazie anche a nuovi allacci, sta consegnando all'impianto di trattamento acque dell'Arap Servizi di San Salvo 170 litri al secondo, sufficiente sia per uso civile e industriale in particolare per San Salvo Marina, Montenero di Bisaccia e Vasto Marina (dati, questi, che sono stati forniti nel corso dell'incontro odierno). Al momento non si registrano situazioni critiche.

Se la situazione di carenza di piogge dovesse perdurare per altri 5 giorni si dovrà verificare la situazione delle vasche a disposizione dell'Arap Servizi che dovranno essere rifornite con mezzo di autobotti da 32mila litri attingendo acqua per uso civile da 4 punti di prelievo nel territorio di Mozzagrogna e 5 per uso industriale nel territorio di Torino di Sangro. Prossima riunione è programmata sempre in Prefettura a Chieti per il 5 settembre. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi