Sessantacinque case senz’acqua da 3 settimane, esposto in Procura - Emergenza in via Ciccarone, avvocato Morelli: "Sta diventando un problema sanitario"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 08/08/2017

Sessantacinque case senz’acqua
da 3 settimane, esposto in Procura

Emergenza in via Ciccarone, avvocato Morelli: "Sta diventando un problema sanitario"

"Ho già presentato un esposto alla Procura della Repubblica, al prefetto, al Comune, alla Sasi e all'Asl, perché sta esplodendo una problematica sanitaria", dice a Zonalocale.it l'avvocato Pasquale Morelli

"La mancanza di acqua, che ormai si trascina da tre settimane, per le famiglie di via Ciccarone è divenuta emergenza", lancia l'allarme Morelli, che rappresenta gli abitanti di "ben 65 appartamenti del condominio Orizzonte di via Ciccarone. I residenti sono tutti sull’orlo della disperazione, perché non ottengono risposte né dalla Sasi", la società a capitale pubblico che gestisce il servizio idrico integrato nella gran parte dei comuni (92 su 104) della provincia di Chieti, "né dal Comune. Le famiglie sono, quindi, costrette a trovare soluzioni autonomamente con improbabili rifornimenti alle fontanelle della città o interventi di autocisterne private ed onerose"

Di qui la decisione di presentare un esposto formale alla Procura di Vasto, affinché la magistratura accerti se sussitono i presupposti ed eventuali responsabilità per interruzione di pubblico servizio. 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi