La 5^ volta di De Giovanni: ormai è di casa a "Scrittori in Piazza" - Lunedì sera pienone per l’autore della serie del commissario Ricciardi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cultura 26/07/2017

La 5^ volta di De Giovanni: ormai
è di casa a "Scrittori in Piazza"

Lunedì sera pienone per l’autore della serie del commissario Ricciardi

Maurizio De Giovanni a VastoLa quinta volta di Maurizio De Giovanni a Vasto è stata un successo. Come le prime quattro. Non c'è Scrittori in Piazza, se non c'è il giallista che ha dato vita al commissario Ricciardi e ai Bastardi di Pizzofalcone.

Rondini d'inverno, l'ultimo libro dello scrittore partenopeo, si inserisce nella serie di romanzi di cui è protagonista il poliziotto che De Giovanni ha ispirato a suo padre.

Sulle note di Rondinella, canzone del 1916, il nuovo appuntamento con la rassegna organizzata ogni estate dalla Nuova Libreria e dall'associazione Liber è stato presentato da Paola D'Adamo e introdotto da Germana Benedetti, che dell'ormai storica libreria di piazza Barbacani è la fondatrice: "Questa - ha detto - è una serata importante. Una serata speciale", ha scandito, ricordando che ormai Maurizio De Giovanni è di casa a Scrittori in Piazza.

"In genere - ha raccontato l'autore alla platea di Vasto - quando parlo dei miei romanzi, spiego sempre chi sono i personaggi principali. Da un po' di tempo non lo faccio più, perché ormai ho capito che chi viene a seguire questi appuntamenti ha già letto o sentito parlare del commissario Ricciardi", che in Rondini d'inverno sembra avere a portata di mano la soluzione del caso, se non fosse che il presunto killer confessa di aver sparato, ma sostiene di aver caricato a salve la pistola del delitto. Ricciardi vuole vederci chiaro. Quando scoprirà la verità, sarà difficile da digerire anche per un investigatore navigato come lui. 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi