Anche gli albergatori contro l’arrivo di migranti a San Salvo - "Scelta economicamente e strategicamente errata"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 06/07/2017

Anche gli albergatori contro
l’arrivo di migranti a San Salvo

"Scelta economicamente e strategicamente errata"

Dopo la netta presa di posizione del presidente del centro commerciale Insieme di San Salvo che ha annunciato uno sciopero fiscale [LEGGI], a ruota arriva il comunicato dell'associazione albergatori della città che definisce "economicamente e strategicamente errata" la scelta dell'ospitalità. 
La struttura, scrive l'associazione, è stata acquistata all'asta dopo un fallimento e per la sua posizione avrebbe ancora molto da offrire dal punto di vista turistico.

"L’Associazione Albergatori San Salvo – si legge nella nota – ha deciso di esprimersi in merito alla decisione del Prefetto di offrire un alloggio ai migranti nell'ex Hotel Miraverde.
Come albergatori, imprenditori, ma soprattutto come cittadini, riteniamo che questa sia una scelta economicamente e strategicamente errata che va a ledere il cammino di collaborazione e di crescita del territorio da noi intrapreso.

L’hotel requisito per essere destinato ad ospitare i migranti è stato infatti appena acquistato all'asta dopo un fallimento e gode di una posizione di tutto rispetto che permetterebbe facilmente l’inizio di una nuova avventura imprenditoriale. In termini di qualità e servizio ricettivo la struttura ha spesso dato una grande mano all’associazione degli albergatori. Privarla di questa capacità ricettiva di cui la nostra zona ha tanta necessità sarebbe un danno non solo per noi albergatori, ma per tutti i servizi secondari che chi viene nelle nostre strutture va ad acquistare.

I progressi raggiunti nel corso degli ultimi anni dall’associazione Albergatori San Salvo sono sotto gli occhi di tutti: dalla partecipazione di tutte le aziende alla DMC, fino alla realizzazione del portale di prenotazione turistica e promozione del territorio www.adriatictravel.it. Progressi per i quali la nostra associazione non ha mai usufruito di contributi pubblici.

San Salvo può vantare in termini di recensioni online e servizi offerti al pubblico alcune delle valutazioni più alte in Abruzzo. Riteniamo che l’impegno profuso in questi anni non possa essere ripagato con la chiusura dell’ennesimo intervento dello Stato ai danni di una struttura ricettiva privata.
Gli albergatori di San Salvo, la cui età media è di 38 anni, ha voglia di crescere e, nonostante la giovane età, ritiene di poter camminare sulle proprie gambe, senza che sia lo Stato a dover imporre la destinazione delle strutture ricettive che, ci teniamo a sottolineare, sono state requisite ad un privato cittadino".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi