CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Attualità 05/07/2017

San Salvo, scatta il divieto di
innaffiare orti con acqua potabile

Ordinanza del sindaco per prevenire crisi idrica: limiti agli utilizzi non domestici

Tiziana MagnaccaÈ stata emessa stamattina l'ordinanza del sindaco Tiziana Magnacca per prevenire una crisi idrica in città. "Si reputa opportuna – si legge sul documento – la predisposizione di misure cautelative atte a contenere i consumi idrici nelle ore diurne al fine di tutelare gli utilizzi primari per il consumo umano e igienico sanitario". 

Come già accaduto in altre stagioni estive particolarmente calde, non sarà possibile usare l'acqua potabile per innaffiare spazi verdi e per lavare veicoli: "si ordina a tutti i cittadini il divieto di utilizzo di acqua potabile per innaffiare orti e giardini e superfici a verde, nonché lavaggi per autoveicoli (ad esclusione degli autolavaggi professionali o posti all'interno in stazioni di servizio carburanti) ed altri usi impropri". Prevista per i trasgressori una sanzione fino a 500 euro.

A San Salvo il tema dell'acqua ha già riscaldato l'inizio della bella stagione con la querelle tra sindaco Magnacca e senatore Fabrizio Di Stefano da una parte e il presidente Sasi, Gianfranco Basterebbe, dall'altra [LEGGI]. 
Nel suo discorso d'insediamento, inoltre, il primo cittadino sansalvese ha ribadito la necessità di affrontare questo tema "perché in Abruzzo il 56% dell'acqua si disperde durante il trasporto nelle condutture".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi