Concorso disabili, protesta l’Ens: "Confronto pubblico col sindaco" - Caravaggio, presidente dell’Ente sordomuti: "Il Comune non ha chiarito del tutto"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 01/06/2017

Concorso disabili, protesta l’Ens:
"Confronto pubblico col sindaco"

Caravaggio, presidente dell’Ente sordomuti: "Il Comune non ha chiarito del tutto"

Nicolino Caravaggio (Ens)Un confronto pubblico sul concorso in cui il Comune di Vasto, per l'assunzione di due impiegati addetti alla registrazione dati, chiede ai disabili il possesso della patente B, pena l'esclusione dalla selezione. 

Lo chiede Nicolino Caravaggio, presidente dell'Ens, ente nazionale di assistenza dei sordomuti. Il Consiglio Regionale dell'Ens Abruzzo - dichiara Caravaggio - segue con molta apprensione l’evolversi della vicenda del bando del Comune di Vasto riservato ai disabili per il quale tra i requisiti è richiesta la patente B per delle mansioni che non sembrerebbero richiedere quale requisito imprescindibile la patente o, per lo meno, dal bando non risulta tale. Benché la stragrande maggioranza delle persone sorde sia in possesso della patente di guida il requisito rischia di diventare un pericoloso precedente che rischia di minare seriamente il diritto costituzionale al lavoro e di svuotare tutte quelle norme poste a tutela delle persone disabili. Il Comune di Vasto ad oggi non ha sufficientemente chiarito la questione, attendiamo che la vicenda sia chiarita presto nelle prossime ore e che comunque sia attenzionata dalle autorità competenti. Sarebbe un bel gesto se intanto il sindaco e la Giunta convocassero tutte le associazioni dei disabili maggiormente rappresentative per un pubblico confronto su tema".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi