CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Torino di Sangro   Ambiente 04/05/2017

I naturisti puliscono la
spiaggia delle Morge

L’appuntamento è per domenica 14 maggio

Con l’inverno ormai alle spalle L’Anab, associazione naturista abruzzese, inizia a fare progetti per la prossima estate. E come sempre la prima operazione da svolgere sarà quella di rimettere in sesto la spiaggia a loro dedicata a Torino di Sangro che, per un’intera stagionale invernale, è stata bersagliata da mareggiate e dai conseguenti depositi di legname e purtroppo da rifiuti di provenienza umana.

“Anche in considerazione del rilevante aspetto simbolico che vogliamo esprime nei confronti di un territorio che da anni crede in noi e ci permette di trascorrere tante giornate in spiaggia, - si legge in una nota dell’Anab - abbiamo indetto una mattina di pulizia generale dell’arenile e di ripristino della cartellonistica. La data fissata è quella di domenica 14 maggio 2017, dalle ore 09.30 alle 12”.


L’Associazione Naturista Abruzzese metterà a disposizione il materiale per la raccolta e il deposito di quanto raccolto. Al termine dell’attività, se il meteo sarà favorevole, potrebbe essere l’occasione per i primi raggi di sole e, perché no, per il primo bagno della stagione.

La spiaggia dedicata ai naturisti, in località le Morge a Torino di Sangro, è stata autorizzata il 13 giugno 2014 ed inaugurata il 21 dello stesso mese, primo esempio in Abruzzo e dell’Adriatico.

 

 

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi