Brutto risveglio: trovano casa svaligiata e auto rubata - Furto in abitazione in via Villa De Nardis. Ladri potrebbero aver usato narcotico
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 04/04/2017

Brutto risveglio: trovano
casa svaligiata e auto rubata

Furto in abitazione in via Villa De Nardis. Ladri potrebbero aver usato narcotico

(foto di repertorio)Mentre i residenti dormono, i ladri, forse utilizzando il narcotico, entrano in casa e arraffano di tutto: denaro, oggetti di valore, piccoli elettrodomestici. Al risveglio, i residenti di un'abitazione unifamiliare di via Villa De Nardis si sono ritrovati con la casa svaligiata e senza automobile. Indagano i carabinieri sull'ennesimo furto messo a segno negli ultimi mesi a Vasto. 

Nella notte del 28 marzo gli ignoti, forzando una finestra del piano terra, si sono introdotti nella villetta nelle ore notturne, molto probabilmente dopo la mezzanotte, arraffando oggetti in oro, soldi e piccoli elettrodomestici, ma anche le chiavi dell'automobile parcheggiata fuori casa: i malviventi hanno messo in moto la Fiat 500 e l'hanno portata via.

Secondo Riccardo Alinovi (associazione Codici-centro per i diritti del cittadino) e Stefano Moretti (associazione Osservatorio antimafia Abruzzo), "ormai non si può stare tranquilli neanche a casa, con porte e finestre chiuse. E' probabile che, in quest'ultimo furto, sia stato utilizzato del sonnifero, visto che i ladri si sono introdotti anche nella camera da letto, dove c'erano persone che dormivano. In città i crimini aumentano, qualcosa non funziona perché la risposta delle istituzioni non è adeguata e per troppo tempo il problema sicurezza è stato sottovalutato. Io stesso - afferma Alinovi - ho segnalato lo spaccio di droga che avviene in pieno giorno davanti alla sede della mia attività, lungo il centralissimo corso Mazzini. E' ora di intervenire con specifici appostamenti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi