San Salvo, abbandonò rifiuti: incivile ora dovrà pulire - Una cittadina dovrà raccogliere i propri rifiuti
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 21/03/2017

San Salvo, abbandonò rifiuti:
incivile ora dovrà pulire

Una cittadina dovrà raccogliere i propri rifiuti

Foto di repertorioSei buste di grosse dimensioni, di colore nero contenenti secco residuo, plastica, contenitori in plastica, organico, capi di abbigliamento in disuso, giocattoli, cartone ed altro, completamente indifferenziato oltre ad un materasso e uno stendino per abiti. È quanto lasciata da una cittadina incivile nella zona industriale di San Salvo, in viale Germania per la precisione.

Le indagini della task force ambientale hanno permesso di scoprire dentro uno dei sacchi alcuni documenti cartacei che riconducevano all'identità della responsabile del gesto scriteriato (B.F.). Così, sono scattati la sanzione amministrativa e l'obbligo di raccogliere quanto abbandonato lontano da occhi indiscreti.
Dopo un mese, però, i rifiuti sono ancora lì e qualche giorno fa il sindaco Tiziana Magnacca ha firmato l'ordinanza con la quale obbliga di "provvedere a proprie spese e cura, urgentemente entro il termine di trenta giorni dalla notifica della presente ordinanza, alla rimozione dei rifiuti e al loro smaltimento e all'eventuale bonifica del sito ove fosse necessario, in presenza di un addetto dell'ufficio Ambiente del Comune".

Se i lavori non avvenissero nei tempi indicati il Comune "procederà all'esecuzione d'ufficio in danno dei soggetti obbligati e al recupero delle somme anticipate da questa amministrazione, nonché a presentare denuncia alla competente Autorità Giudiziaria ai sensi dell'art. 255 del D. Lgs 152/2006".
Un avvertimento per tutti gli incivili. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi