CHIUDI [X]
 
San Salvo   Attualità 15/03/2017

San Salvo, il sindaco chiude
la chiesa di San Nicola

La relazione dei vigili del fuoco: "Lesioni capillari"

La chiesa di San Nicola"Lesioni di tipo capillare in corrispondenza dei giunti di collegamento pilastri e murature di tamponamento, nonché sul solaio di copertura [...]. Il problema potrebbe aggravarsi per effetto d'ulteriori sciami sismici ancora in atto nella regione".

Queste parole sono il risultato del sopralluogo effettuato dai vigili del fuoco sulla struttura della chiesa di San Nicola vescovo di San Salvo (il 10 marzo scorso) che ha convinto il sindaco Tiziana Magnacca a emettere l'ordinanza di chiusura temporanea dell'edificio di culto e dell'area esterna a partire da oggi 15 marzo "fino al completamento dei lavori necessari da eseguirsi sotto la guida di un tecnico qualificato e responsabile, consistenti in un'accurata verifica statica, nonché tutti i lavori d'assicurazione e consolidamento che il caso richiede". 

L'ordinanza è stata comunicata anche alla Curia che dovrà valutare il da farsi. Sulla questione è da tempo aperto un dibattito. Il parroco don Michele Carlucci aveva presentato al collegio dei consultori della diocesi una relazione che evidenziava la presunta convenienza di un abbattimento rispetto alla ristrutturazione. Il comitato di fedeli contrari alla demolizione hanno così instaurato un dialogo con il vescovo Bruno Forte affinché si valutassero soluzioni alternative [LEGGI].
Lo stesso comitato ha fatto eseguire un sopralluogo da parte di altri tecnici e oggi la notizia ha suscitato una certa sorpresa.
Domani mattina (ore 11) sulla questione il Comune ha indetto una conferenza stampa; probabile che saranno presenti anche esponenti del suddetto comitato.

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi