Criminalità, Amato al ministro: "Rinforzi per la polizia" - Interrogazione della parlamentare vastese del Pd a Minniti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 15/03/2017

Criminalità, Amato al ministro:
"Rinforzi per la polizia"

Interrogazione della parlamentare vastese del Pd a Minniti

Maria Amato (Pd)Un'interrogazione al ministro dell'Interno, Marco Minniti, per chiedergli "se non ritiene di rafforzare l'organico della polizia di Stato, o quali altre misure intende adottare" nel Vastese. 

A interpellare il capo del Viminale è Maria Amato, deputata del Pd, dopo l'allarme furti e rapine che sta togliendo il sonno a commercianti e residenti di Vasto, San Salvo e dell'entroterra.

Il documento - "Premesso che - si legge nell'interpellanza - Vasto è un Comune al confine sud dell'Abruzzo, sulla Costa dei Trabocchi, la cui economia è in prevalenza turistica e che nella stagione estiva raddoppia le presenze sul territorio; che le risorse della Polizia di Stato che operano a Vasto sono ridotte a circa una trentina di unità, che per quanto si adoperino con abnegazione e perizia, appaiono insufficienti a rispondere alla crescente incidenza di furti in appartamento e rapine; che l'effetto dei reati suddetti, oltre all'impatto diretto e il rischio per chi li subisce, si traduce in una forte insicurezza sociale percepita, con conseguente danno alla immagine di città accogliente e turistica e impatto economico negativo in un territorio e in un comparto già provato per gli esiti dei recenti e straordinari eventi atmosferici" la parlamentare dem "chiede se non ritiene di rafforzare l'organico della locale Polizia di Stato o quali altre misure intende adottare".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi