I posti letto in più nell’ospedale di Gissi, Chieffo: "Dove sono?" - Il sindaco ricorda la promessa di Paolucci, l’assessore: "Ci siamo"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Gissi   Politica 12/03/2017

I posti letto in più nell’ospedale
di Gissi, Chieffo: "Dove sono?"

Il sindaco ricorda la promessa di Paolucci, l’assessore: "Ci siamo"

L'appuntamenti di quasi due anni faGissi-Paolucci, un binomio che lega l'attuale assessore alla Sanità all'ex ospedale e non solo per l'infinita querelle sulle ore di apertura del punto di primo soccorso. Nell'ultima assemblea pubblica tenuta dalla maggioranza [LEGGI], il primo cittadino Agostino Chieffo ha rispolverato il potenziamento dei posti letto annunciato ormai quasi due anni fa.
Era il 29 agosto del 2015, quando nel corso principale del paese – durante un'iniziativa del locale circolo Pd – Paolucci annunciò: "Presto attiveremo 8 posti letto per malati terminali, 20 per la Residenza Sanitaria Assistenziale e altri 40 per due moduli residenziali per disabili adulti [LEGGI]".

"Questo sbandierato piano di rilancio – ha attaccato Chieffo – doveva essere completato entro sei mesi. Visto che non nulla si è mosso, ho convocato nell'ox ospedale Paolucci, la Asl e la Chiavaroli. La nuova scadenza della promessa era il 31 gennaio scorso. Finora sono stati solo aggiunti 6 posti letto in più all'ospedale di comunità (in totale ne sono 18) che altrimenti non si sosterrebbe".
Sulla struttura voluta all'epoca da Remo Gaspari continuano a rincorrersi annunci e attacchi. Paolucci, presente ieri a San Salvo, interpellato sulla vicenda, assicura: "Non è una promessa non mantenuta, gli atti amministrativi sono finalmente giunti a conclusione e manca poco per l'attivazione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi