Pistola in pugno e volto coperto, colpo da 65mila euro alle Poste - Rapinatore irrompe nell’ufficio di Monteodorisio poco dopo l’apertura
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Monteodorisio   Cronaca 03/03/2017

Pistola in pugno e volto coperto,
colpo da 65mila euro alle Poste

Rapinatore irrompe nell’ufficio di Monteodorisio poco dopo l’apertura

I carabinieri davanti all'ufficio postaleIl bottino si aggira attorno ai 65mila euro. Il rapinatore se l'è fatto consegnare dal direttore dell'ufficio postale. Lo ha minacciato, puntandogli una pistola.

Rapina a mano armata poco dopo l'orario di apertura questa mattina all'ufficio postale di Monteodorisio.

Le 8 erano trascorse da una manciata di minuti, quando l'uomo, col volto coperto, è entrato velocemente nella filiale di via Monaco.

La scelta del giorno non è casuale: l'inizio del mese è periodo di pagamento delle pensioni. Il malvivente sapeva che, al momento dell'irruzione, avrebbe trovato un gruzzolo consistente nella cassa, che il responsabile dell'ufficio è stato costretto ad aprirgli sotto la minaccia dell'arma da fuoco.

Poi il ladro è fuggito a piedi. Probabilmente, l'auto con cui era arrivato in paese era parcheggiata a qualche decina di metri di distanza. Non è chiaro se ci fosse un complice a fare da palo e ad aspettarlo col motore acceso.

Sul posto i carabinieri della Compagnia di Vasto e della Stazione di Cupello. I militari hanno ascoltato la testimonianza del direttore. E' lui che stamani ha aperto la sede delle Poste di Monteodorisio.

Il precedente - Nel giugno 2015 i ladri cercarono di rubare i soldi dello sportello automatico dando fuoco al Postamat, ma fuggirono a mani vuote [LEGGI].

Guarda il video

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi