L’omaggio al finanziere vastese morto nelle foibe - Oggi alla Camera dei Deputati l’omaggio a Tommaso Saraceni
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 10/02/2017

L’omaggio al finanziere
vastese morto nelle foibe

Oggi alla Camera dei Deputati l’omaggio a Tommaso Saraceni

La cerimonia alla CameraEra nato a Vasto il 2 gennaio del 1923 Tommaso Saraceni, uno dei 97 militari della Guardia di Finanza prelevati dalla Caserma di Campo Marzio di Trieste, il 2 maggio 1945, e successivamente trucidati nelle foibe.

Oggi, in occasione del Giorno del Ricordo, cerimonia di commemorazione presso la Camera dei Deputati, dove è stato reso omaggio anche alla memoria del finanziere vastese, con la consegna ad alcuni nipoti, invitati a Roma per l'occasione, una medaglia e un attestato alla memoria.

"La tragedia dalla Caserma di Campo Marzio - ricorda la famiglia Saraceni - è un fatto che accadde a guerra finita, mentre l'Italia festeggiava la fine della tempesta di sangue e degli enormi sacrifici patiti. Non accadeva altrettanto nella Venezia Giulia e a Trieste che subirono l’ennesima ondata di violenza con l’arrivo dell’esercito popolare jugoslavo del maresciallo Tito, il 1° maggio 1945. I militari della Guardia di Finanza, in servizio nella città giuliana presso la Caserma di via Campo Marzio, dopo essere stati indotti con l’inganno a consegnare le armi, furono catturati e barbaramente trucidati nelle foibe del carso triestino nel maggio 1945. A ricordo perpetuo è stata eretta nel comprensorio monumentale della foiba di Basovizza, in provincia di Trieste, una lapide marmorea che riporta i nomi dei 97 finanzieri".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi