Sicurezza in via Adriatica, scatta la raccolta firme - Petizione per chiedere controlli, illuminazione e telecamere
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 07/02/2017

Sicurezza in via Adriatica,
scatta la raccolta firme

Petizione per chiedere controlli, illuminazione e telecamere

Tra via Adriatica e piazza San Pietro"Mi hanno rubato la maniglia della porta, ce l'avevo rimessa, ma ho deciso di toglierla nuovamente, perché preferisco vedere prima attraverso la porta a chi sto per aprire, piuttosto che lasciare libero ingresso al mio negozio". Le parole della titolare di un esercizio commerciale ben dipingono il clima che si respira in via Adriatica, soprattutto nelle ore notturne, con ragazzini fuori controllo che disturbano il risposo dei residenti. "Prendono le pietre da sotto la campana e le scagliano ovunque, io ho dovuto mettere a mie spese un cancello in ferro, davanti al portone, perché ogni sera rischiavo che me lo sfondassero a calci" racconta un altro residente. Non è chiaro, a questo punto, quanto la recente operazione dei carabinieri [LEGGI QUI] abbia contribuito a rasserenare il clima in zona, comunque i residenti hanno avviato una raccolta firme per chiedere migliore illuminazione e telecamere a infrarossi.

"Il Comitato costituitosi negli anni passati - spiega Ivo Menna, responsabile dello stesso comitato - ha deciso di raccogliere le firme dei residenti che chiedono un intervento urgente a questa amministrazione, affinchè si risponda con alcune misure consistenti: illuminazione adeguata, non solo su piazza San Pietro, ma anche sulle stradine circostanti (via Lago, via Boito, vico Morelli, via Osidia, via Laccetti etc.); che una telecamera a raggi infrarossi venga collocata su piazza San Pietro per scoraggiare i disturbatori; rimozione urgente del pietrisco posto sulle aiuole che sistematicamente diventano piccole armi di disturbo e di danno per gli operatori della nettezza urbana costretti ogni mattina a raccoglierli; una adeguata vigilanza del Corpo di polizia locale, soprattutto nelle ore serali, per scoraggiare le auto che transitano sulla area pedonalizzata". Dallo stesso comitato, infine, richieste anche per quanto riguarda il rischio di dissesto idrogeologico della zona [CLICCA QUI per il servizio video].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi