"Jessica non è qui, è altrove: è risorta" - Vasto abbraccia per l’ultima volta la 24enne morta sotto le macerie del Rigopiano
CHIUDI [X]
 
Vasto   Cronaca 29/01/2017

"Jessica non è qui,
è altrove: è risorta"

Vasto abbraccia per l’ultima volta la 24enne morta sotto le macerie del Rigopiano

E' un giorno di tristezza a Vasto. E' il giorno del lutto cittadino per l'ultimo saluto a Jessica Tinari e Marco Tanda, morti a 24 e 25 anni sotto le macerie dell'Hotel Rigopiano, sommerso da una valanga di neve, fango e detriti pesante 120mila tonnellate.

"Perché Jessica e Marco non hanno potuto realizzare il loro sogno? – ha detto mons. Bruno Forte durante la benedizione all'arrivo dei feretri – Non sappiamo rispondere. Però sappiamo che Tu li accogli in cielo. Dona a tutti noi la forza di sperare. Jessica e Marco vi portiamo nel cuore. Siate vicini ai vostri cari".

A Vasto, davanti alla chiesa di Santa Maria Maggiore, sono arrivati i feretri dei due fidanzati. Poi quello di Marco è ripartito per Castelraimondo, il suo paese d'origine, nel Maceratese.

Il feretro di Jessica, invece, è entrato, accolto da uno scrosciante e commosso applauso nel tempio dedicato a Santa Maria per ricevere, alle 11, l'ultimo abbraccio di un'intera comunità, che si è stretta attorno a papà Mario e Mamma Gina durante la celebrazione di don Domenico Spagnoli. "Jessica non è qui. E' altrove: è risorta", ha detto il parroco in una chiesa talmente gremita, da non essere abbanza grande per accogliere tutti.

La sua è stata una breve vita, ma contraddistinta dall'amore, dalla passione e dall'impegno. L'amore per Marco, che durava da nove anni, e un sorriso da regalare a tutti. La passione per la professione di estetista, in cui si era specializzata a luglio. Al ritorno dalla breve vacanza a Farindola, Jessica era attesa da un colloquio di lavoro. E l'impegno politico: era attivista del Pd e dei Giovani democratici, che le hanno voluto dedicare due pensieri: "Possa il vento soffiare lievemente alle tue spalle, possa l'amore che hai donato colmare il vuoto che lasci", "la tua passione per la politica sarà da esempio per tanti giovani, sarà il ricordo che scalderà i nostri cuori".

Quando la celebrazione stava volgendo al termine, il sindaco di Vasto, Francesco Menna, ha preso la parola e, commosso, si è rivolto ai genitori della ragazza: "Cari Mario e Gina, rivolgo a voi il messaggio di cordoglio di tutta la città, la vicinanza e l'affetto dei cittadini", alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni civili e militari, non solo locali, ma anche regionali e nazionali: due le corone di fiori fatte poggiare all'ingresso dalla Presidenza della Repubblica. "Jessica - ha raccontato Menna - mi è stata vicina in tanti momenti" e "ha vissuto con passione e con amore. L'amore che la legava a Marco da tanto tempo. Ciao, non ti dimenticheremo mai".

All'uscita dalla chiesa, ad accogliere Jessica ci sono un grande applauso, tanti palloncini bianchi e uno rosso, grande, a forma di cuore con la scritta: "Ciao, Jessica". Col tuo sorriso immenso, proteggici da lassù.

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti


Video - "Jessica non è qui: è risorta"

Servizio di Michele D'Annunzio - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina



 

 
 
 

Chiudi
Chiudi