Bucciarelli: "Sulla sanità a Vasto 6 promesse mancate" - Il componente della minoranza Pd polemizza con Paolucci, Flacco e Menna
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 30/12/2016

Bucciarelli: "Sulla sanità
a Vasto 6 promesse mancate"

Il componente della minoranza Pd polemizza con Paolucci, Flacco e Menna

Angelo Bucciarelli (Pd)"L'annuncio sull'apertura della nuova sala parto è già stato dato nel Consiglio comunale del 16 dicembre 2014, in cui Paolucci, con al fianco l'ineffabile Flacco, dichiarava che entro il 2015 avremmo avuto la nuova struttura completata. Oggi, fine 2016, ci vengono a dire che nel 2017, a distanza di 3 anni da quel dì, sarà pronta la nuova sala parto. Ancora?", chiede Angelo Bucciarelli del Pd di Vasto, che polemizza con l'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, col direttore generale della Asl provinciale, Pasquale Flacco, e col sindaco di Vasto, Francesco Menna: "Paolucci, Flacco e Menna, non credete che sia arrivato il momento di smettere di fare annunci e di passare direttamente ai fatti?

Sono anni d'altronde - attacca Bucciarelli - che i vastesi sentono parlare di promesse roboanti che poi, puntualmente, vengono disattese. Ne ricordiamo alcune: l'ospedale nuovo; l'emodinamica (non era pronta per 8/10?); la Tac 64 o 128 strati; i due posti di rianimazione che si sarebbero dovuti attivare nei primi mesi del 2015; la lungodegenza aperta per metà; la nuova sala parto. Sarebbe il caso - conclude Bucciarelli - di finirla con gli annunci, la città è l'intero territorio chiedono gesti concreti ed immediati, altrimenti, per carità, statevene zitti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi