CHIUDI [X]
 
Vasto   Politica 28/12/2016

"L’ex asilo Carlo Della Penna
è stato acquisito dal Comune"

Consiglio comunale, Barisano risponde all’interrogazione di Laudazi

Gabriele Barisano"La risposta è sì: è stato acquisito al patrimonio comunale". Lo ha detto Gabriele Barisano, assessore al Patrimonio del Comune di Vasto, rispondendo nel Consiglio comunale di oggi all'interrogazione presentata da Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro) sull'ex asilo Carlo Della Penna.

"Nel mese di novembre il servizio Patrimonio" del municipio, avvalendosi anche di "un supplemento di personale", ha predisposto "una perizia", e interpellato "la Ragioneria generale dello Stato dell'Aquila" e "predisposto le somme per la registrazione e la trascrizione" del passaggio di proprietà. "Ad oggi, è conclusa la procedura di acquisizione al patrimonio comunale".

L'interrogazione - Si discuterà dell'ex asilo Carlo Della Penna nella seduta di oggi del Consiglio comunale di Vasto. L'assise civica è stata convocata per le 15 dal presidente, Giuseppe Forte.

Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro)All'ordine del giorno l'interrogazione di Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro), che chiede "di sapere quando sia stata perfezionata la comunicata regolarizzazione patrimoniale, atteso che da apposite indagini esperite dal sottoscritto, il 18 novembre 2016, è risultato che sia al catasto terreni, sia al catasto fabbricati, sia alla conservatoria dei registri immobiliari, il complesso dell'ex asilo Carlo Della Penna risulta tuttora intestato all'Asilo infantile Carlo Della Penna e non al Comune di Vasto". 

L'interrogazione fa seguito alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco, Francesco Menna, nella seduta del 14 novembre scorso.

Laudazi chiede anche "di sapere, qualora il citato adempimento non sia stato ancora effettuato, se la errata comunicazione sia da attribuire ad incuria o superficialità di quanti hanno erroneamente riferito in Aula, o alla volontà di allargare all'intero Consiglio le disastrose responsabilità che attengono esclusivamente all'esito della scadente ultradecennale azione posta in essere dall'amministrazione, la quale, invece, avrebbe già da anni potuto regolarizzare la partita patrimoniale con l'avvio di una normale procedura di evidente usucapione".

Gli altri punti all'ordina del giorno: variazione al Bilancio 2016/2018 ai sensi del D. Lgs. n. 267/2000 art. 175 c. 3 a)  a seguito di contributo concesso dalla Regione Abruzzo per il Piano di Assetto Naturalistico della Riserva Regionale di Punta Aderci; variazione al Bilancio 2016/2018 ai sensi del D. Lgs. n. 267/2000 art. 175 c. 3 a)  a seguito di assegnazione somme destinate agli Ambiti Territoriali Sociali per gli interventi rivolti alla non autosufficienza PLNA 2016; prelievo dal Fondo di Riserva.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi