Ladri incappucciati, furto con spaccata a "La Sterlina" - Tre malviventi con cesoie e mertalli rubano sigarette, Gratta & vinci e soldi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 20/12/2016

Ladri incappucciati, furto
con spaccata a "La Sterlina"

Tre malviventi con cesoie e mertalli rubano sigarette, Gratta & vinci e soldi

La vetrata sfondataColpo notturno al bar tabaccheria La Sterlina di Vasto Marina, in viale Dalmazia, nel cuore della riviera vastese. Tre persone incappucciate hanno fatto irruzione nel bar e rubato pacchi di gratta e vinci, stecche di sigarette, due registratori di casa e delle buste contenenti monete. Per muoversi la banda ha utilizzato un'autovettura rubata in serata a San Salvo. 

La dinamica del furto. Le telecamere di videosorveglianza del locale hanno permesso di ricostruire lo svolgimento del furto. I malviventi hanno dapprima tentato con delle cesoie di rompere i lucchetti che chiudono la porta anteriore del bar. Non riuscendovi si sono spostati verso l'ingresso laterale, riuscendo a forzarlo ma senza aprirlo. A quel punto hanno preso di mira la vetrata, l'hanno sfondata, hanno fatto cadere i due pesanti videogiochi che si trovavano lì davanti e sono entrati all'interno. Il tutto è durato circa un quarto d'ora, con l'allarme, probabilmente manomesso, che è scattato senza però inviare la segnalazione alle utenze telefoniche collegate (tra cui la centrale dei carabinieri). Qualche mese fa un tentativo di furto era stato stoppato proprio grazie al sistema di allarme. 

L'amarezza dei titolari. Il furto è stato scoperto solo questa mattina alle 6, quando una delle titolari si è recata sul posto per l'apertura. Il raid ha provocato rabbia e sconforto. Dei residenti della zona nessuno, sentendo l'allarme suonare a lungo e con i prolungati rumori generati dal "lavoro" dei malviventi, ha allertato le forze dell'ordine. 

Le reazioni. Il presidente del Consorzio Vivere Vasto Marina, Massimo Di Lorenzo, esprime preoccupazione per l'accaduto: "Ormai la situazione è insostenibile. A Vasto Marina bisogna garantire sicurezza. Facciamo appello al sindaco Menna affinché solleciti il Ministero dell'interno a mandare rinforzi. Se necessario, anche l'esercito".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi