Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Trivento   Cronaca 07/12/2016

Frontale sulla Trignina,
muore bambino di 3 anni

Lo scontro tra gli svincoli di San Giovanni Lipioni e Trivento

La scena dell'incidente

AGGIORNAMENTO ORE 19 - Differentemente da quanto riportavano le prime frammentarie informazioni, a perdere la vita è stato un bambino di 3 anni. Oltre a lui ci sono 3 feriti. Un adulto è stato trasportato al "San Pio" di Vasto, mentre la mamma e l'altro figlio nell'ospedale di Isernia. La vittima e la sua famiglia sono pugliesi, mentre il guidatore del Fiorino molisano.

LA PRIMA NOTIZIA - Bilancio terribile quello dell'ultimo incidente sulla Statale 650 Trignina. Un grave impatto frontale è avvenuto sul cavalcavia tra gli svincoli di Trivento e San Giovanni Lipioni, nel tratto molisano della strada, poco prima delle 17.30, come scrive l'Eco dell'Alto Molise [LEGGI]. A essere coinvolti una Fiat 500L e un Fiat Fiorino. La scena che si è presentata ai soccorritori ha fatto da subito presumere il peggio. 

A bordo della 500 L viaggiava una famiglia con due bambini, uno di loro è deceduto; aveva 3 anni. Oltre a lui sono rimasti ferite seriamente altre due persone, uno ricoverato al "San Pio" di Vasto e uno a Isernia. I primi a prestare soccorso sono stati due medici di passaggio. Intervenuta anche un'ambulanza da Castiglione Messer Marino. 

La Statale 650 è stata chiusa in entrambe le direzioni, il traffico è deviato a Roccavivara e Trivento. Nel tratto dell'incidente stanno operando i vigili del fuoco di Agnone e di Campobasso, la Polizia Stradale e il 118. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi