Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 17/11/2016

Scuola infermieri a rischio,
a dicembre udienza di sfratto

Vie legali - Asl morosa non ha rinnovato il contratto

Vasto. La sede della scuola infermieriLa scuola infermieri di Vasto rischia di rimanere senza una sede. E’ fissata per il prossimo 1 dicembre in Tribunale l’udienza di sfratto nei confronti della Asl provinciale. A ricorrere alle vie legali sono stati i proprietari dell'immobile:l'ex assessore della Giunta Lapenna, Luigi Masciulli, e sua moglie, entrambi avvocati, e Leonardo De Santis.

Il contratto è scaduto a giugno e l’azienda sanitaria deve pagare ancora quattro mensilità arretrate e le morosità condominiali. Queste ultime ammontano a 4mila 500 euro. Nonostante gli allievi infermieri, provenienti da tutta Italia, continuino a svolgere le attività formative, tra due settimane studenti e insegnanti potrebbero trovare chiuse le porte al piano terra dello stabile che si trova nei pressi dell’ospedale San Pio da Pietrelcina. Una vicenda legale che potrebbe portar via da Vasto la scuola infermieri è lì dal 1992: 310 metri quadri per 2mila 250 euro al mese, un affitto troppo oneroso secondo la Asl, che a giugno non ha rinnovato la locazione. Mentre non si hanno ancora notizie sul previsto trasferimento, annunciato in passato, nell’ex carcere di via Aimone.

Per rinnovare il contratto per due anni, la Asl aveva chiesto una decurtazione del 50% dell’importo. Le successive trattative hanno evidenziato una differenza del 15% tra le posizioni delle parti. Ma la rappresentanza dell'azienda sanitaria non si è presentata al tentativo di mediaizone obbligastoria esperito dall’avvocato Nicola Monopoli. Ora sarà il Tribunale a risolvere la questione, con la proprietà che si dice pronta anche a chiedere i danni.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi